Il vizio di notifica dell’atto prodromico si riflette sulla validità della cartella di pagamento.

La cartella di pagamento deve ritenersi nulla, qualora il procedimento notificatorio dell’atto prodromico non si sia perfezionato in quanto la raccomandata informativa prescritta dall’art. 140 cod. proc. civ. – per le ipotesi di irreperibilità relativa del destinatario –  è stata restituita “per disguido” al mittente.  Nei casi di irreperibilità relativa del destinatario, è necessario, ai fini del perfezionamento della notifica dell’atto tributario, che siano effettuati tutti gli adempimenti prescritti dall’art. 140 cod. proc. civ., incluso l’inoltro al destinatario e l’effettiva ricezione della raccomandata informativa del deposito dell’atto presso la casa comunale, non essendo sufficiente la sola spedizione. È quanto emerge dall’Ordinanza n. 17566/17 della Sesta Sezione Civile – T della Corte di Cassazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *